lunedì 22 settembre 2008

Altruismo

Quando si decide di accompagnare un amico in gara lo si fa fino in fondo.

Deve essere il più veloce ad adattare il proprio ritmo al più lento.

Deve essere il più veloce a capire quando l'altro è in difficoltà.

Deve essere il più veloce a capire se i suoi "consigli" continui soffocano il più lento.

Deve essere il più veloce a capire quando è il momento di spronare l'altro ad aumentare,

e se invece il lento diminuisce, il veloce non deve accelerare, abbandonandolo. 

Deve essere un atto di altruismo, specialmente se l'altro è una donna.

2 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Letto e approvato

giovanni56 ha detto...

L'ho visto in gara ieri.
Proprio con una donna.
Ci sono rimasto male io.
Ma poi ho anche pensato:
Non è che invece lei, lenta, ne è rimasta contenta, visto che il veloce parlava un po' troppo? :-)