domenica 9 novembre 2008

Corsa della Salute - Giavera del Montello


Osservando il grafico a destra qualcuno dirà: “ma dove ha corso questo, sulle Dolomiti?”.

Invece se andate a vedere le altimetrie non sono elevate, dislivello massimo 200mt.

Certo che dal 3° al 4°km e dal 9° al 12° c’erano 2 salite di circa 100mt al colpo, però non erano durissime, corribili. Per il resto un su e giù continuo, circa metà asfalto, molta strada sterrata, poco sentiero.

Peccato (o forse per fortuna?) che da un paio di giorni mi è venuto un forte raffreddore con tosse e mal di gola, così non ho tirato e mi sono goduto tutti i 18km, in mezzo ad un bosco del Montello vestito a festa con i colori autunnali.

Moltissima gente, organizzazione perfetta, e hanno anche modificato la parte del passaggio nel parcheggio con l’entrata finale in pista, che era una nota dolente di questa manifestazione.

Un’altra nota un po’ dolente, quasi impossibile da modificare, sono le strade aperte al traffico, ed il Montello è una delle zone preferite dai ciclisti; alcuni usano accortezza, mentre altri si sentono padroni della strada creando pericolo.

Ottimo test anche per le scarpe da trail, nonostante il sottobosco umido e leggermente fangoso non sono mai scivolato. Hanno un’ottimo grip, ottima ammortizzazione in discesa, e buona protezione.

Nonostante adesso mi senta un straccio … mi sono divertito.

Nella colonna a destra, sezione calendario podismo veneto, ho inserito molte date nuove per il 2009.

3 commenti:

R. Davide ha detto...

Caspita, mi sarebbe piaciuto vedere la foto del bosco..magari ti fà da decongestionante la corsa..cmq confermo (da ex ciclista)che i ciclisti a volte sono troppo spavaldi.

GIAN CARLO ha detto...

Stasera dopo la gara pure io ho un po' di raffreddore e pizzica pure un po' la gola....incrocio le dita sono a -21 giorni dalla maratona... tu hai gestito benissimo.

giovanni56 ha detto...

@davide non mi porto dietro la macchinetta per le foto, grazie per l'idea, lo farò

@giancarlo parafrasando un altro blogger ... we are not an iron man. Non siamo mica fatti d'acciaio :-(
Io ho sempre detto che una MARATONA (intesa come "evento che richiede grande sforzo fisico") non è solo il giorno dell'impresa, ma quello che ti rimane dentro è la sua preparazione lunghissima durante la quale, immancabilmente, accade di tutto. Incrociamo le dita, tocchiamoci le p..le, ma dobbiamo anche essere pronti e 3-4 giorni di raffreddore :-(