domenica 1 febbraio 2009

Sambughè - 1^ prova CPT


Oggi "Corsa par e strade de Sambughè e dintorni", ritornata alla sua collocazione originale dopo il momentaneo spostamento di sede causato dai lavori per il Passante di Mestre.
Avevo già corso "sulla" neve, ma non avevo mai corso "nella"neve, cioè durante una nevicata, per giunta accompagnata da un vento gelido. Che dire ... non me ne sono proprio accorto, e solo dopo l'arrivo mi ha infastidito il raffreddamento quasi istantaneo.
'Sto benedetto inverno non termina proprio più.

Percorsi di km 4,3-13,1-23 piatti piatti veloci veloci (qua il nuovo percorso dei 13km).
Io ho scelto il percorso medio in quanto con questa manifestazione è partita l'edizione 2009 del circuito gestito dal Comitato Podistico Triveneto (CPT, qua il nuovo sito), ma di questo ne parlerò in un post apposito.

Sono stracontento, il grosso lavoro muscolare sta dando i suoi frutti, rispetto allo stesso momento dello scorso anno ho migliorato la media al km di circa 10 secondi.
La velocità non è stata straordinaria, media 4'35", però le solite facce con le quali mi accompagno durante il percorso, ed alla fine mi gioco le volate, le ho lasciate 2 minuti indietro (quelli che mi hanno fatto raffreddare aspettando il loro arrivo), per cui credo che anche le condizioni meteo e del percorso (molto sterrato) hanno dato il loro contributo negativo.
Sono curioso di vedere in che posizione sono arrivato, sperando che l'amico Guido della Britoea inserisca al più presto le classifiche nel sito del CPT.

Buon test per il calcolo "a spanne" della soglia anaerobica attuale; visto che i poco più di 13 km li ho corsi in poco meno di 1 ora, considerate le condizioni che prima ho citato, la base da cui conteggiare i prossimi ritmi di allenamento sarà appena più alta dei 13,1 kmh.

Dell'insieme della manifestazione ho poco da dire. Nei ristori lungo il percorso (nel mio ce n'erano 2) non mi sono fermato, ero in trance agonistica, ed alla fine, dopo essermi cambiato, sono fuggito via "come un ladro" senza nemmeno bere 1 bicchiere d'acqua, la nevicata cominciava ad essere abbondante e non vedevo l'ora di sentire il tepore dell'auto.
Gli attraversamenti stradali erano ben regolati da molti vigili urbani e dalla Protezione Civile.
Unici tasti dolenti ... un po' caotica la partenza, da ridisegnare; inoltre credo che gli organizzatori non si aspettassero così tanti partecipanti, per cui non hanno predisposto parcheggi sufficenti, e gli ultimi arrivati hanno fatto molta fatica a trovare un posto per l'auto.

10 commenti:

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Confermo che la partenza si é dimostrata problematica per il sovraffollamento della gente. Io per fortuna ho trovato parcheggio subito in quanto sono arrivato presto. Per quanto riguarda il freddo a me ha dato molti problemi e verso il 16° chilometro non ne potevo più! Però tu sei andato come un razzo! Complimenti

R. Davide ha detto...

Allora ti faccio i complimenti per l'ottima gara e la voglia di correre dentro la neve..deve essere proprio un'esperienza...qui ci ho camminato dentro solo quando avevo 5 - 6 anni ^_^'

andrea ha detto...

parole sante giovanni.sto benedetto inverno non finisce proprio piu'.
complimenti per la prestazione

giovanni56 ha detto...

Grazie a tutti per i complimenti.

@Pasteo - quando il 31 maggio valicherai CimaBanche sicuramente non avrai freddo :)

@Davide - magari qualche volta potessimo fare cambio

@Andrea - scusami se non mi sono fermato alla fine, ma sono proprio scappato dal freddo. A te come è andata?

GIAN CARLO ha detto...

L'alta pressione è prevista dopo il 10/2.
A quel punto pero' se regge 15 giorni l'inverno è finito.
Giovanni da quello che ho capito sei tornato a ruggire con decisione !

giovanni56 ha detto...

@GianCarlo - veramente non lo ricordo un inverno così duro.
Sono convinto che quando finirà, e ritornerò ad allenamenti serali più "luminosi" (sotto tutti i punti di vista), potrò ricavarmi qualche nuova soddisfazione.

Mathias ha detto...

buon ruggito!! :-)
giova, se voglio misurar empiricamente la soglia anaerobica, cosa mi consiglieresti? 1h a tutta e vedo quanto ho realizzato?
Non lo voglio fare adesso, però nella mia preparazione per parigi è un buco. Dovevo partire da un test di questo tipo per parametrare gli allenamenti.. (a dir la verità la tabella mi diceva di far un test sui 14km per misurarla..da qui il dubbio, correr 1h, per me sui 12km stimo, o correr 14km?)

giovanni56 ha detto...

E' molto difficile andare a tutta per 1 ora in allenamento, da soli. Io non ci riesco, se tu ce la fai ... bravo!
Io preferisco una gara, attaccandomi a qualcuno che ha il mio ritmo e aiutandoci a mantenerlo alto.
Se stai preparando una maratona sei comunque allenato bene, e non credo faccia molta differenza fra 12 e 14km, oppure da 55 minuti a 1h05', il risultato rimane fedele.

Anonimo ha detto...

Ciao Giovanni mi chiamo Paolo... capito per caso nel tuo blog e lo trovo molto interessante.
Io c'ero a Fossalunga (1h 36' sui 21) ma non c'ero a Samughè perchè ho un bimbo piccolo che mi ha trattenuto fino a tardi. Sono andato in solitaria a correre in salita sul montello (Via della vittoria, presa 15)... sono un ciclita MTB prestato al podismo in inverno. Per questo mi sento di dire che correre col freddo lo trovo molto caloroso... scusa il gioco di parole ma rispetto alla bici la corsa a piedi è eccezionale da questo punto di vista; ho corso anche a Dobbiaco con -10 un mesetto fa e ho provato grandi sensazioni. Scusami ma io spero che quest'inverno duri il più possibile perchè correre quando molti rinunciano proprio a causa del maltempo mi fa sentire un po' più forte... o più matto!!! Ma in fondo che differenza c'è?

giovanni56 ha detto...

Ciao Paolo, benvenuto.
Vedo che vai già veloce, 1h36 sulla mezza è un ottimo tempo.
L'obiettivo principale deve essere sempre quello di "sentirsi bene", e sicuramente il miglior modo è ... con un frugoletto in braccio.
Sono momenti che rimaranno indelebili per tutta la vita, goditeli.