martedì 9 giugno 2009

La Camignada


Originariamente era "La Camignada poi sié refuge" (la camminata per i 6 rifugi), ora abbreviata in "La Camignada" (qua il sito); si corre tradizionalmente la prima domenica di agosto, quest'anno alla 37^ edizione.

Corsa in montagna vera, partenza a fianco del lago di Misurina (BL) a 1752mt s.l.m., circa 6 km portano ai 2330mt del rifugio Auronzo e da qua percorrendo un'altra decina di km di sentieri si affiancano le splendide Tre Cime di Lavaredo (in foto) e si vanno a toccare gli altri 5 rifugi di alta montagna Lavaredo, Locatelli, Piani di Cengia (punto più alto 2522mt), Comici, Carducci. Poi una lunghissima discesa, per un'altra decina di km ripida, dopo più dolce, fino ad un totale di circa 30km che si concludono a fianco del lago di Auronzo. Dislivello positivo 1319mt, negativo 2213mt.

Manifestazione alla quale partecipano anche intere famiglie, che transitano fino a sera con figli piccoli al seguito (da qua il nome di Camignada), mentre i primi la concludono in poco meno di 2h40'.
Per tutti quelli che la interpretano come "corsa" l'impegno è paragonabile a quello di una maratona, con la differenza che qua è impossibile mantenere quel ritmo omogeneo che invece viene consigliato per la classica 42km.
Salite e discese ininterrotte rendono necessari allenamenti indirizzati più alla forza e alla resistenza piuttosto che alla ricerca del ritmo gara ideale.

Quando indossi un pettorale significa che alla fine sarà stilata una classifica.
Quando c’è una partenza definita, significa che ci saranno un percorso ed un traguardo da raggiungere.
Quando vengono segnati dei tempi significa che devi gareggiare contro di loro.
Quando alla fine ci sono dei premi, più valore hanno più saranno ambìti.
Quando c’è anche solo una queste cose una gara non è non-competitiva.
Quando ci sono tutte queste cose … è una gara vera.
Anche se qualcuno decide di non correrla, ma di camminarla (come chiamerebbe il nome).

Da tre anni la inseguo, per causa mia era sempre sfuggita, quest'anno la sto raggiungendo.
Iscrizione fatta.

6 commenti:

Barbarella ha detto...

giovanni???? ma sei quello di ST, vero???? ;-) ....anche se le foto sono molto diverse....
...com'è piccolo il mondo!!!!
Ho letto il post, di là, di questa corsa e ci sto facendo davvero un GROSSO pensierino.... pro Eco Chianti!!!!
A presto ;-)

giovanni56 ha detto...

Cia Barbarella, benvenuta nel blog.
Si, sono proprio lo stesso Giovanni56.
Hai ragione sulle foto, di qua è casalinga, di la è agonistica, vedrò di unificarle.
Vedo che ti piace ... toccare il cielo; partecipare alla Camignada arrivando a 2500mt di altezza non è come volare, ma credo gli assomigli molto.

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Giovanni...a parte che tu sai che farò il tifo per te e se non sono via per le vacanze é anche possibile che io e la Manu veniamo a vederti...me la spieghi sta storia:perché ogni volta che qualcuno notifica una gara dura ma bellissima metto il sito di riferimento nei preferiti e lascio un commento che finisce sempre con "il prossimo anno ci faccio un pensierino"?
Dai che mancano sono 2 mesi scarsi

rosa ha detto...

già corsa lo scorso anno e anche quest'anno, posticipo le ferie di proposito per esserci. Appuntamento a Misurina, allora!
ciao
Rosa

giovanni56 ha detto...

@ Pasteo - cerco di rispondere alla domanda. La corsa fine a se stessa fatta a lungo diventa monotona e noiosa, ed usare il mezzo "internet" ci torna utile anche per variare i nostri obiettivi. Non ci vuole molto per entusiasmarci quando dei percorsi vengono descritti come "mitici".
Se vieni ad Auronzo di sicuro porti il sole, come tutte le volte che ci siamo incontrati.

giovanni56 ha detto...

@ rosa - cerrrto, appuntamento a Misurina (spero che mia moglie non si ingelosisca se do un appuntamento ad una donna :-)