martedì 14 luglio 2009

Ferie 2009


Ufff ... che fatica essere in ferie, quasi quasi riposo di più quando lavoro (logicamente è una battuta).
Il cattivo meteo (molta piogga e freddo) ha aiutato l'attività podistica a discapito di quella balneare (prima foto).

20 giorni di campeggio in un'isola della Croazia senza radio, senza TV, senza PC, senza giornali (solo enigmistici).
20 giorni dedicati a moglie, cane, mare, gite in barca (seconda foto); dedicati a corse fuori di testa su e giù per i rilievi (anche 3 ore in parte sotto un acquazzone) seguite da dormite interminabili e mangiate o di pesce a prezzi "onesti" o della specialità locale, l'agnello (è così che si fa il recupero vero?); ma anche tratti di 1000mt su salite sterrate (una porzione nell'ultima foto) dandoci dentro "tutta a perdifiato" ma a velocità irrisoria, poi piccole pause e relative discese a 3'50 senza strafare per paura di farmi male sul terreno sconnesso.
Sembrerebbe impossibile, ma anche così si riesce a VIVERE.

Per favore aiutatemi con i conteggi ... partivo da 50mt sul livello del mare ed arrivavo a 250mt, dunque 200mt verticali su 1 km di lunghezza cosa significa? Pendenza media del 20%? (forse per questo mi riuscivano solo ad 8' al km). I 1000 mt di lunghezza mi venivano segnalati dal GPS quindi, visto che questo calcola la distanza come se si fosse in piano, quanti mt percorrevo realmente? Il teorema di Pitagora mi dice 1020mt, ma è corretto interpretare così?

Adesso un po' di rifinitura, un po' di scarico, ed infine ... la meta.

1 commento:

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Belle ferie anche se la pioggia poteva darti un pò di tregua. La salita dovrebbe essere sui 20% di pendenza...AZZ!!!
Alla Camignda vai al massimo...vai a gonfie vele.
Un saluto a te, alla moglie e alla cagnolina
:-)