domenica 20 dicembre 2009

La neve & il ghiaccio


Avevo già accennato che le finestre di casa mia danno su una strada molto trafficata.
Di notte auto e moto sfrecciano veloci ed oramai non badiamo più ai loro rumori, mentre invece quelli dei loro botti ogni tanto ci fanno saltare su.
Quando questi rumori si attutiscono, diventano ovattati, da sotto le coperte del letto riusciamo a capire inequivocabilmente che è arrivata la neve.
Ha continuato a scendere fitta per tutto sabato e stamattina riecco il sole.
Lo scorso anno avevo corso e mi ero divertito (foto), così ho riprovato l'uscita.
Questa volta grande paura.
La notte a meno 8 gradi ha gelato il calpestio sui marciapiedi compattando tutto ad una lastra di ghiaccio, dovevo rimanere concentrato su ogni appoggio e mi sarebbe bastata una minima disattenzione per scivolare e farmi veramente male. Ho provato a corre sui lati dove la neve è ancora fresca senza però intuire cosa si nascondeva sotto, ma dopo un paio di avvallamenti mal assorbiti ho capito che non sarebbe stato più divertimento.
Immediato mogio rientro a casa.

6 commenti:

Leonardo ha detto...

Stamattina corsa a Montecchio Precalcino e davvero un gran bel correre tra i campi.....
Che bello con la neve.
Ciao Giovanni e grazie per il sito

the yogi ha detto...

caspita, ma sei sei tu quel 'ragazzo' in foto?

giovanni56 ha detto...

Ciao Leonardo, benvenuto e grazie a te. E'vero che oggi a Montecchio Precalcino c'erano 2 gare diverse, una FIASP ed un cross CSI? Finora con la neve mi ero sempre divertito anch'io, ma oggi ho proprio avuto paura, si era trasformata in ghiaccio duro puro.

giovanni56 ha detto...

@ Yogi, osservazione acuta :-)
Infatti lo scorso anno ero proprio un ragazzo, adesso un po' meno :-))

Leonardo ha detto...

La manifestazione Fiasp è quella che ho fatto io. Dell'altra non ti so dire niente. Nonostante i -6 gradi che c'erano, direi un ottima organizzazione e anche un percorso sicuro.

Anonimo ha detto...

Se ti è comodo .... corri un'altra volta al PArco a S.Giuliano.
Zero ghiaccio, una distesa di neve battura dai passanti, morbida e sicura, uno spettacolo.

Francesco