mercoledì 3 novembre 2010

Essere corsa

Riporto la frase al termine di questa recensione del libro ESSERE CORSA:

Gli ultimi capitoli del testo sono dedicati alle corse estreme e ai ragazzi "difficili" che corrono, al modo in cui attraverso la fatica, la corsa e quindi grazie al raggiungimento di un obiettivo riescono a sentirsi meglio.

Trailer disadattati?
Quanti di noi podisti alla fin fine si sentono un po' ... "difficili"?
Così cerchiamo nella corsa, nella fatica, nel raggiungimento di un obiettivo, quel "qualcosa" che ci fa sentire meglio, o forse ... migliori?

ESSERE CORSA, di Pietro Cristini, un libro da approfondire, lo trovate qua.

4 commenti:

Tosto ha detto...

io opto per il forse migliori :)

theyogi ha detto...

urca, sono un trailer disadattato e non lo sapevo....

Master Runners ha detto...

Sono i nostri obiettivi che ci danno la forza per fare meglio, piccoli o grandi che siano.
E siamo noi a decidere se sono grandi o piccoli, nessun altro!

Francarun ha detto...

io l'ho letto due volte, è bellissimo, poi Pietro è un mio grande AMICO.