venerdì 29 aprile 2011

Sanità efficente (lo spero).

Avevo promesso di tenervi aggiornati sulle mie condizioni di salute, prima pubblico una GRANDE, LIETA, notizia arrivata dallo staff della Maratona di Sant'Antonio:

Vittima di un infarto mentre stava correndo a Padova la Maratona S.Antonio, Franco Scapin racconta la sua storia a lieto fine: «Ho avuto paura ma 20 minuti dopo essermi accasciato ero già in sala operatoria nel Centro Gallucci. Ringrazio gli organizzatori, il Suem 118 e la Protezione Civile per la tempestività»
SALVATO DALLA VELOCITA’ DEI SOCCORSI

Il dottor Andrea Spagna: «Lungo il percorso avevamo oltre sessanta medici e infermieri e sedici mezzi pronti all’intervento»
il resto del fatto lo leggete qui

E' proprio vero che le nostre vite sono legate AD e DA un filo, e a volte è sufficente 1 millimetro, 1 secondo, oppure trovare subito le persone idonee.
Fa veramente piacere trovare queste realtà positive, queste efficenze che troppo spesso vengono lasciate da parte per far posto alle negatività.

Ecco, dopo questa notizia mi vergogno parlare di me.
I primi esiti sono arrivati, non sembrerebbe nulla di gravissimo però devo continuare la cura di antibiotici ed approfondire con un'ecografia ... spero che siano altrettanto rapidi ed efficenti.

4 commenti:

Ciccò ha detto...

apro con un sentito "inboccallupo" e proseguo con una considerazione del tutto personale:
se tutti avessimo un'educazione sanitaria, civica e sociale tale da poter sostenere un adeguato primo soccorso, son convinto che sarebbe un traguardo non indifferente

theyogi ha detto...

sul 'momento' non ci è dato indagare, ma è bello constatare che a volte si può fare affidamento su qualcuno....

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Avevo sentito la notizia del maratoneta a Padova e di certo sapere di poter contare su persone competenti é senza dubbio buono. In bocca al lupo per te e spero che tutto passi in fretta.Ciao

Marco "Zanger" ha detto...

Diciamo che il destino almeno lo si può facilitare... In bocca al lupo!