martedì 26 aprile 2011

Duerocche 2011 - Quando il gioco si fa duro ...

Da 4 anni nel mio calendario il 25 aprile è fisso su Cornuda, Due Rocche.
E' difficile andare da un'altra parte quando ti ritrovi una manifestazione organizzata ottimamente, dove ogni anno si inventano delle novità ed usano il lifting per non farle dimostrare i 40 anni che ha.
Il percorso è veramente tosto, ben poco asfalto, quasi tutto sentiero sottobosco con salitone e discesone ripideripide; mentre gli squarci dei panorami ieri erano appannati da una foschia molto padana.
Mancava anche il fango, protagonista di passate edizioni, per questo la scorrevolezza doveva essere migliore, doveva...
Arrivando con oltre 1 ora di anticipo ho faticato a parcheggiare, segnale di grande partecipazione (3300 reali, non "gonfiati"), e quell'oretta l'ho dovuta impiegare tutta nelle operazioni iniziali, nonostante i moltissimi addetti alle varie distribuzioni.
Altro indice di grande affollamento è la presenza di molti stand all'Expo (sinceramente molti di più rispetto alla maratona di Padova).
Oretta volata via grazie anche agli incontri con molti lettori, è sempre un grande piacere sentire a viva voce i vostri commenti.
Partenza insolita, con un kilometrino in passeggiata di gruppo ci siamo portati fino al centro della cittadina, dove siamo stati accolti da un lancio di pallocini tricolori e VIA!!! Suuu, si saaaleee, e poi giiiuuu, si sceeendeee, ed avanti così.
Questo lo spiega meglio la planimetria:
ecco perché i primi concludono i loro 21 km in 1 ora e mezza, come se fossero 30.

Non avevo in mente di fare tempi particolari, anzi sono partito con il freno tirato e con la solita volontà di correre sempre in tutte le salite, però ...
I primi 7-8 km li ho corsi bene, senza alzare il fiato, senza tirare particolarmente nelle discese, fermandomi il giusto ai ristori ed ai vari "pit "stop" (rifornimenti con solo liquidi locati alla fine di alcuni tratti particolarmente duri).
Poi ho sentito di colpo arrivare la fatica, altri 2km li ho "corsicchiati" ed infine click, si è spenta la luce.
Ricordo perfettamente di aver visto lungo i sentieri un paio di tabelloni con su scritto: "Laudato sii mi Signore (ecc.ecc.)" dove mi sono detto:
"Comincio presto a vedere santi e madonne".
Dal 12° al 16° ho quasi sempre camminato, non ne avevo più.
Mi sono fermato abbondantemente al ristoro della Rocca e forse è stato questo, assieme alla forza di gravità, che mi ha permesso di correre tutta la ripidissima discesa del kilometrino seguente.
Sono arrivato in paese con il pensiero a Donatella che sicuramente mi stava attendendo con preoccupazione, vista la mezz'oretta di ritardo, ed allora ... quando il gioco si fa duro ... beh?
Si può anche cambiare strada, no?
Mi sono levato il pettorale, ho tagliato gli ultimi 4-5km e sono "arrivato" in senso contrario.

Un motivo?
Forse più di uno;
forse ... non avevo ancora recuperato i 30km di domenica scorsa;
forse ... martedi scorso si è risvegliato un problemino (non podistico) che si era assopito da un po' di anni;
forse ... per tentare di riaddormentarlo sto prendendo potenti antibiotici (giovedi avrò, ed avrete, le risposte ad una serie di esami che ho fatto);
forse ... non ho più voglie di grandi stanchezze (questo è certo);
forse ... non lo so.
Di certo ho preso paura, mentre camminavo nelle salite più dure dovevo aggrapparmi agli alberi per mantenermi in piedi, la testa mi girava, e quando mollavo la mano per un po' barcollavo; però non sentivo dolori particolari, solo stanchezza, tanta stanchezza.
Ed in quei momenti passa di tutto per la testa, passano sopratutto negatività ed a farla da padrona sono i BAAASTAAA!!!.
All'arrivo ero pallido pallido, volendo ci sarebbero state anche le docce, ma a volte è sufficente lasciare una tanichetta d'acqua dentro all'auto (nera) sotto il sole, per darsi una ripassata rigenerante.
La fame è stata subito buon segno e mi sono ripreso con l'abbondante pasta party & birra allegata.
In conclusione altra giornata da dimenicare, ultimamente stanno diventando un po' troppo troppe e la cosa non mi piace molto.

12 commenti:

theyogi ha detto...

forse ci son di mezzo troppi 'forse'... ;) eppure dovremmo aver imparato da un pezzo a darci una regolata! dimenticare non conviene.... :D

giovanni56 ha detto...

Mah, certe volte all'inizio mi sento LEO mentre al termine sono .....ONE

Anonimo ha detto...

Sembra che tu legga quello che ultimamente mi frulla dentro il cervello, sopratutto dopo TV Marathon.
E' sempre più dura da sopportare la fatica...
Piero

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Cavolo Giovanni mi dispiace tantissimo!Molto dura molto!!!Forse é per il fatto che non avevi troppi allenamenti in collina?Potrebbe essere e magari associato la fastidio che ti é ricomparso ed ecco il click della luce spenta!Facci sapere come ti vanno gli esiti e intanto ti faccio un bel in bocca al lupo!Se ti va e se ne avrai la possibilità domenica prossima a Barbisano c'è la marcia di primavera 15 km asu alfalto e dislivello non eccessivo http://pasteo-runners.blogspot.com/2010/05/35-marcia-di-primavera.html mentre il giorno 8 maggio 16/20 km in Collalto ritmo turistico. Che ne dici?:-) Ciao

web runner ha detto...

Giornataccia o no, quell'altimetria fa spavento.

Manuela Sartor ha detto...

mi dispiace sentirti così negativo!non mi è piaciuto il fatto del barcollare per la stanchezza ma il caldo e i medicinali fanno strani effetti! i miei migliori auguri!

giovanni56 ha detto...

@ Piero - Non so se dar la colpa al fisico o alla testa. Comunque poco cambia, il divertimento va inseguito altrove, di corsa.

giovanni56 ha detto...

@ Pasteo - Mancanza di allenamenti collinari? Probabile, non ne ho vicini a casa, le uniche due salitine che avevo una l'hanno demolita e l'altra è diventata una camera a gas (un cavalcavia sopra la tangenziale). Grazie per l'invito, ma domenica farò una decina di km piattipiatti a Mogliano, vicino a casa.

giovanni56 ha detto...

@ web runner - gli anni scorsi (anche con il fango) quei dislivelli non mi hanno lasciato gli stessi danni. Pur avendo "corso" solo una decina di km, e nemmeno tirandoli, ancora oggi, mercoledi, ho male alle gambe come se avessi corso una maratona.

giovanni56 ha detto...

@ Manuela - Grazie per gli auguri. Mi dispiace "apparire" negativo e, come dicevo alla fine, me ne sto anche stancando.

Tosto ha detto...

a volte bisogna saper dire basta !
senza tanti ma come ma perché è solo corsa :)

giovanni56 ha detto...

e' solo un periodo negativo...ritornera' alla grande....parola di cui lo conosce piu' che bene