domenica 29 maggio 2011

Casier - Passeggiata dell'Alzaia del Sile 2011

Telegrafico.
Ancora una corsa pre-serale.
Pensieri altrove.
Continua quel senso di "svuotamento" provato sabato scorso.
Stavolta le batterie da ricaricare non sono quelle del GPS ma le mie
Stop.




4 commenti:

theyogi ha detto...

la testa era già in vacanza, ecco cosa... una pausa ci vuole, dai!

AlExGeRoNaZzO ha detto...

Il consiglio che può dare un piccolo uomo della montagna veneta è quello di riprovare il piacere di "passeggiare" una corsa in un bel posto, che magari non si è mai visto e che forse può dare emozioni visive, olfattive, uditive ed interiormente emotive. Un nome? Milies : 2 Giugno...L'ARGO TEAM t'aspetta a camminar in mezzo a una corsa. Lo so, può semnbrare una strana proposta e allora rileggi le righe della tua storia di corridore e ripensa alle emozioni nel verde delle montagne...Un caro saluto, Alex

Manuela Sartor ha detto...

Telegrafico: mi spiace sentirti un pò svuotato. Stop: Una parola che non ha significato!

giovanni56 ha detto...

@ Yogi - testa a Dobbiaco

@ Alex - grazie per l'invito ma il 2 giugno sia è troppo vicino alla Cortina Dobbiaco (il 5) e la montagna mi lascia i segni, sia fanno una manifestazione "umanitaria" vicino a casa mia della quale parlerò in seguito, e ci tengo. E poi a breve con l'Argo Team passeggeremo mooolto più in alto.

@ Manu - Quello "stop" l'ho messo solo per terminare il taglio telegrafico del post, nessun altro significato :)