domenica 7 agosto 2011

Sganbada Zoldana 2011

Premessa per i non Veneti: nel titolo non c'è un'errore, nei vocaboli del nostro dialetto prima della b e della p noi inseriamo la n non la m, ecchè ci volete fare se 'sta gara l'hanno chiamata proprio così.

A Forno di Zoldo ennesima mia "prima volta" del 2011.
Concedetemi un momento di venalità con una storta di naso per alcune spese giornaliere, 7€ d'autostrada (solo andata) da Mestre a Belluno sono tantini, così come fuori media è stato il costo d'iscrizione, 5€ (prezzo unico) sono esagerati quando il ristoro finale è solo a biscotti ed anguria e quando il pacco gara è praticamente inesistente, ve lo voglio raccontare: dentro ad un sacchetto una bottiglietta d'acqua, una lattina di una bevanda che onestamente non ho mai sentito nominare, un dolcetto monoporzione e, ratatata (rullo di tamburi) due, ben DUE, cartine geografiche della zona (promozionali dell'Ufficio Turismo). 
Vabbè che a volte dobbiamo sorvolare, però forse anche per questo motivo questa gara è arrivata all 39^ edizione con così pochi partecipanti?
Solo un centinaio che dopo la partenza si sono subito diluiti nel bosco lasciandomi spesso da solo, il che da una parte fa sorgere il dubbio: "ma sarò nel sentiero giusto?" però da un'altra fa ritornare all'essenza vera della corsa: solo tu e la tua fatica, solo tu ed i fruscii del tuo respiro che si mischiano a quelli dei torrenti e del vento sulle foglie.

Per me domenica interlocutoria, volevo fare un buon allenamento su salite e discese reali, non sul solito "surrogato cavalcavia" e non avevo intenzione di forzare in attesa della Melerissima di domenica prossima dove ho intenzione di mettermi alla prova. Questa volta l'immagine non mente, nonostante i "soli" 300mt di dislivello totale quelle che vedete non sono semplici salite, ma veri e propri muri, nel quarto km addirittura siamo saliti su per una pista da sci.
Insomma un'oretta che mi ha ben ossigenato polmoni e muscoli.

Passo e chiudo, SI me ne sono accorto, post grigio, ogni tanto capita.

7 commenti:

theyogi ha detto...

qualche foto l'avrebbe colorato... ;) è una vecchia storia: 12euri per correre in paradiso non sono poi molti, qui arrivano a chiederteli per correre tra le auto!

gio.nivola@libero.it ha detto...

Se vuoi risparmiare qualche soldino di autostrada esci a mogliano, fai le 2 rotatorie prendendole sempre dritte, è una specie di bretellina, ed entri sull'A4 a preganziol, vai in direzione Trieste per 500 metri quindi torni dentro all'A27. Perdi 5 minuti di strada ma da Preganziol a Belluno sono 5.40 Euro anziché 7, scusa se è poco... Ciao!

giovanni56 ha detto...

@ yogi - però facendo così non invogliano la partecipazione, infatti dopo 39 edizioni hanno solo un centinaio di partecipanti. Quando la scelta è ampia la gente va altrove, e fra sabato sera e domenica solo in provincia di Belluno c'erano 8 gare, 17 in Veneto.

giovanni56 ha detto...

@ gio.nivola - grazie 100000 per l'info visto che prenderò quell'autostrada molte delle prossime domeniche. Ma il passante non dovrebbe pagarselo chi se lo percorre?

F. Daniele ha detto...

Dai Giovanni non fare il "*marinante",ah ah ah.
Però questa volta hai ragione il tratto da Mestre a Belluno e un furto e il prezzo per l'iscrizione alla gara a parere mio era al massimo di due euro come una non competitiva FIASP.
Ieri sono andato a correre una non competitiva FIASP sull'Altopiano di Asiago (Pozza del Favero Comune di Caltrano (VI)) e ho speso 7,00 euro andata + ritorno da Padova a Piovenne Rocchette e come iscrizone alla gara ho pagato due Euro, a fine corsa mi hanno dato un sacchetto con dentro un panino con il prosciutto cotto.
Questo era quello che dovevi pagare.

gio.nivola@libero.it ha detto...

'Sti banditi hanno fatto in modo che paghi sempre e comunque la tangenziale Dolo - Quarto d'Altino. Quindi funziona un po' come quelli che escono a Dolo e rientrano per andare a Padova quindi pagando solo la tratta Dolo - Padova non Quarto d'Altino - Padova. Entrando a Mestre e salendo a Belluno paghi come entrassi dal casello più lontano che probabilmente è Dolo regalando alla società Cav (...che non hanno problemi ad arrivare a fine mese!) i 30 km di pedaggio autostradale. Non saranno tanti soldi per uno che va a benzina, ma 3,20 euro per uno che va a metano come me... ci faccio quasi 60 km!
Ciao!

giovanni56 ha detto...

@ Ciao Daniele - Anch'io dovrei iniziare a frequentare il "vicentino" lasciando perdere un po' il "bellunese"

@ gio.nivola - "banditi", hai detto la parola giusta