sabato 1 ottobre 2011

Il MeDiO

(l'immagine è volutamente NON casuale)
Medio non è sinonimo di mediocre, il ritmo medio è il ritmo maratona (o gli si avvicina molto), ed è importantissimo, fondamentale, correrlo durante la fase di preparazione alla gara.
Quando non è più la prima volta ("è stato bello, ma..."), quando alla prossima mancano un paio di mesi, quando puntate ad un miglioramento cronometrico, diventa indispensabile fare in modo che tutto il vostro corpo si abitui alla velocità che in gara dovrete mantenere più omogenea possibile per almeno una quarantina di km.
Perché "solo" 40 km? Vi sconto il km di partenza, quando ancora sarete intruppati e non troverete la giusta fluidità; vi sconto anche il km finale, quello dove in ogni caso (nel male e nel bene) il ritmo sarà imposto da Santi e Madonne; ed infine vi sconto gli ultimi 195mt, quelli in cui l'angelica visione dello striscione del traguardo genera le reazioni più scomposte.
Allenarsi varie volte a quel ritmo significa assimilare l'esatta respirazione, gli esatti movimenti, l'esatto consumo, l'esatto stress mentale che permetteranno di portarvi al miglior tempo finale.
Molti penseranno: Facile a scriversi, mooolto meno a metterlo in pratica!
Rispondo: Se quel ritmo proprio non riuscite a mantenerlo, se la "gara maratona" vi riesce sempre altalenante (e non siete Keniani o Etiopi che potete giocherellare fra 2'55 e 3'10), siete veramente convinti che quei 42.195mt siano proprio la "vostra" distanza? Non è che ricavereste maggiori soddisfazioni da distanze più brevi? Perché intestardirsi? (e magari farsi anche del male?)
Ecco che il ritmo medio è necessario anche per chi cerca di migliorare la propria prestazione nei 21 o nei 10km (per gare ancora più brevi cambia tutto).
A questo punto, per chi desidera approfondire e calcolarselo, questo link lo aiuterà meglio di quanto possa fare io.
Domanda: "E chi non corre maratone e nelle gare più brevi proprio non gli interessa il tempo?"
Risposta: "Io il medio non l'ho mai sopportato, ecco il perché dell'immagine, indirizzata al medio ovviamente".

Nessun commento: