mercoledì 8 febbraio 2012

Dolori nuovi in un fisico vecchio (vecchietto, dai!)

Non ne ho parlato nel post di domenica scorsa, ho atteso il "decorso" per cercare di capire (e capirmi) meglio.

A circa tre/quarti di gara mi era spuntato un dolore mai provato prima, al fianco destro, all'altezza del rene, spostato lateralmente rispetto al "solito" mal di schiena; mentre correvo è aumentato progressivamente, continuo, non aveva niente a che fare con l'impatto del piede al suolo; dopo l'arrivo, durante il cambio vestiario, al dolore continuo si sono aggiunte delle fitte, che poi a casa sono diventate lancinanti a destra, con qualcuna di meno dolorosa anche a sinistra.

Il dubbio: dolore muscolare o renale?
Chi segue i miei post si ricorderà dei miei problemi alle vie urinarie, le ecografie avevano riscontrato un calcoletto al rene sinistro ed un forte abbassamento di quello destro, due cose ben distinte che finora non mi avevano causato nessun problema, e spero che questo non sia l'inizio.
Però credo che il tutto sia stato causato dal mix di mancanza d'allenamento + forte freddo, quando dopo la partenza esuberante, che mi ha fatto sudare, è sopraggiunto il calo di ritmo progressivo, accompagnato da temperatura sottozero e leggera brezza gelida, ecco che si è raffreddata proprio quella zona (magari più debole), ed in seguito è stato il raffreddamento generale ad incidere sulle fitte.

Nella serata di domenica il dolore si è affievolito, lunedi mattina solo un leggero residuo; lunedi pomeriggio sono arrivati febbricola, ossa rotte, raffreddore e mal di gola, cose di stagione; martedi i classici sintomi influenzali e quest'ultima notte la febbre è andata su e giù (passavo da grandi brividi a sudate).
Che quelle di domenica siano state le prime avvisaglie?
La cura che i vecchi consigliavano: latte bollente con dentro grappa.
Bollettino medico per ora terminato, quel "futuro incerto" con cui ho chiuso il post precedente ha preso la strada sbagliata.

Come vi trovate voi con i nuovi termometri digitali per misurare la febbre? Quelli che hanno sostituito i vecchi a mercurio?
Ne ho due, la febbre sento che c'è, tutti e due ad una prima misurazione indicano temperature basse, addirittura sotto i 36°, misurando varie volte i gradi segnalati aumentano, solo dopo 5-6 prove si assestano a quello che credo sia il massimo, sempre diverso fra loro due.
Quello acquistato al supermercato sembra vada meglio rispetto a quello della farmacia, il primo segna qualche decimo di grado in più, così posso "fingere" meglio di essere ammalato e farmi coccolare di più.

2 commenti:

theyogi ha detto...

o più facilmente sto calcolo s'è mosso! tienilo sotto osservazione, casomai aumentasse di volume...
termometri? mai avuto febbre in vita mia! ;)

giovanni56 ha detto...

Yo, ok a tener controllato il calcoletto, però è a sx mentre il doloraccio era a dx, dove c'è il rene abbassato; spero sia stato "solo" qualcosa di muscolare causato dal raffreddamento, o l'avvisaglia di questa febbre.