mercoledì 23 maggio 2012

La stanchezza

Post a rovescio, subito la conclusione: Nella stragrande maggioranza dei casi la stanchezza è una condizione mentale, non fisica (visto che va di moda il latino: imago no docet).

Nel fisico possono intervenire due fattori: un impoverimento del sangue o un catabolismo (consumo fino alla distruzione) muscolare, ma per arrivare a questi punti "patologici" ... ce ne vuole (parlo solo di stanchezza eh, non di altri malanni).

Un esempio:
Se non erro il record di maratone corse giornalmente è di 365 in 365 giorni, 1 anno tondo, cosa ha impedito a quel tizio di correrne 366 o anche di più? Probabilmente solo il fatto che si era messo in testa di arrivare a quel risultato, imponendosi come traguardo lo scadere "tondo tondo" dell'anno.

E' l'allenamento che ci fa portare a termine una maratona, o ancora meglio una Ultra o una Spartathlon, ma (se non intervengono altri malanni fisici) al pari di quello fisico viene quello mentale, se non addirittura al di sopra.

La scorsa estate volevo arrivare a 31 giorni conscutivi di allenamenti (in totale i giorni sono stati 48 su 49) quando mancava una settimana alla scadenza ho avuto i primi cedimenti, l'avvicinarsi del traguardo mi ha procurato le prime stanchezze, i "tempi" delle varie uscite scemavano...
il 31° giorno è stato una liberazione ...
il 32° Giovanni riposò.

p.s. vi avevo promesso il video sui trenini alla Fiera di Longarone, eccolo qua e attivate anche l'audio, il modellismo di questi tempi è anche da ascoltare

2 commenti:

theyogi ha detto...

sarà che le stagioni vanno assecondate, anch'io c'ho na fiacca che.... boh?!

GIAN CARLO ha detto...

Diciamo che comunque sei un treno affidabile