domenica 6 maggio 2012

Sernaglia 2012

Uno squarcio tra le nuvole.
Pioggia prima, pioggia dopo, durante no.
Ed allora dacci dentro Giovanni, sfrutta al meglio questo sprazzo di luce.
Sebbene questa gara sia arrivata alla 34^ edizione a Sernaglia avevo corso solo 3 volte; 10,3 km di dolci saliscendi in misto asfalto/sterrato, con fango minimo minimo (si è infangata di più Donatella camminando i 5km), ed un paio di km lungo il Piave veramente belli, dentro al verde, su sentiero con continui e rapidi su e giù che mi hanno rinfrancato, mi hanno fatto ritornare la voglia di fiatone e di fatica, ed ecco l'ultimo km in volatona per agguantare con i denti, e superare, un paio della mia categoria.
Organizzazione ottima, incroci ben presidiati (una delle rare volte che non ricordo il transito di un'auto), camminatori che non hanno creato nessun intralcio, 2 ristori lungo il percorso che sarebbero tornati utili in caso di caldo, ma che invece ho saltato non sentendone nessun bisogno, e ristoro finale veramente ricco.
Cercando proprio il pelo sull'uovo ci sarebbe da migliorare l'arrivo, magari posando qualche transenna per separare per bene chi sta arrivando trafelato da chi ritorna placido ai parcheggi (oggi anche con le ombrelle aperte), incurante delle minivolate in corso.
Il paio di km finali mi ha veramente tirato su di morale, ero partito lentissimo a causa della schiena che "pungeva", scaldandomi il dolore si è progressivamente ridotto (fino a sparire per ritornare adesso, a sera) così ho aumentato, la salitona al termine del sentiero mi ha fatto capire che "ne avevo" ancora e così ci ho provato.
Certo che, lungo la strada arrivando in auto ... giù acquazzone, arrivare là e smette; tagliare il traguardo, entrare nel tendone servizi, e ... giù acquazzone, aspettare che smetta, andare in auto, iniziare a cambiarmi e ... ancora acquazzone, significa che oggi doveva proprio essere una giornata si.

Spending revue, 
anglo-francesismo d'attualità, 
riesame della spesa. 
Pagare l'IMU e poi vedere quei soldi spesi per una mega-struttura come questa, che va a coprire 1 (UNO!) campo di tennis? (paragonate le dimensione al camioncino)
Cosa ne dite? 
E' da segnalare?

1 commento:

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Ciao Giovanni e complimenti per la tua gara soprattutto una volata finale che magari fa presagire ad un ritorno al trail. Per quanto riguarda la copertura del campo da tennis spezzo una lancia a favore del sindaco di Sernaglia che per chi preatica sport nella zona sta facendo molto. E' l'unico comune che in pochi anni ha fatto fare un sottopasso nella ciclabile che da Falzè porta a Fontigo e un' altro, da poco finito, che dagli impianti di Sernaglia sportivi porta alle Fontane Bianche senza dover transitare e attraversare la provinciale. Non dico che potevano fare altro con quei soldi ma ti posso garantire che per lo meno viene usato moltissimo da chi pratica tennis. Ciao