domenica 10 marzo 2013

Inizia una nuova primavera

No, non mi sono perso nei boschi (per ora).
No, non ho problemi internet (per ora).
Non scrivo solo perché non ho proprio nessuna voglia di farlo (per ora).

L'ultima volta che ho indossato le scarpe da corsa è stato il 10 febbraio, sapevo di andare incontro ad un paio di mesi "di fuoco", adesso sono a metà e tutto sta procedendo nei tempi previsti.

I giorni trascorrono fra schemi e preventivi, fra idraulici e falegnami, elettricisti, mobili e tanto "fai da te".
In un certo senso ho cambiato tipo di allenamenti, sto rinforzando braccia e schiena usando attrezzi molto più tradizionali di quelli offerti dalle palestre, sicuramente ritorneranno utili queste ore trascorse in compagnia di mazzetta e scalpello, di pala e piccone.

Qualche volta accendiamo la radio perché ci tenga un po' di compagnia ... NO ... il momento migliore è quando la spegniamo; il ritorno a quel silenzio è una vera liberazione.

La neve si è sciolta tutta, la temperatura è più mite e già le finestre di casa rimangono un po' aperte immergendoci in nuovi odori; sono sbucate le primule, le margheritine, i boccioli di rosa si stanno gonfiando ... arriverà anche il momento della corsa.

Nella foto il porticato a fianco della casa, prevedo profonde dormite estive.

2 commenti:

theyogi ha detto...

c'è il momento giusto per tutto, continua a volare..... :)

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

come direbbe Bruno Pizzul:"tutto molto bello!".
Ciao Giò a presto
:-)