domenica 19 maggio 2013

Fonzaso - Correndo tra i LOC

Troppo grazia Sant'Antonio (simpatica spiegazione della locuzione qui su Wikipedia).
Oggi varie possibilità di scelta fra le corse organizzate qua in zona.
Ci sarebbe una cronoscalata competitiva breve e tiratissima (sicuramente da"chiodate"); oppure una corsa che dovrebbe essere bella, però senza percorso breve per Donatella e le cagnoline (Gilles special guest); ci sarebbe anche la corsa della Pantera Rosa, nome che "acchiappa"; alla fine piove ... non piove ... piove ... non piove ... UFFFAAA!!! Quarta scelta, Fonzaso - Correndo tra i loc.

Cosa sono i LOC?
Strano, in internet non si trova.
Chiedendo in LOCO ci chiariscono che sono "i campi" definiti in slang locale:
"Campi??? Credevo di correre in montagna!!!"

Nuvolacce basse, nuvolacce nere, ancora piove ... non piove ... piove ... non piove ... si parte!
Dovrebbero essere 9 km, decido di sbrigarmi, frontino calato sopra gli occhiali e via, "a tutta" ... ma le gambe non ne vogliono sapere, nemmeno il fiato vuole rimanere alto, ed il "tutta" rimane un'utopia. Qua il piano non esiste, salitelle, disceselle, un po' d'asfalto, il rimanente misto fra sterrato e ... campi con un minimo di fango, passabile visti ... i tempi ... percorso da velocisti, carino ma non per il Giovanni di questo periodo, mi ha messo a disagio, anche perché alla partenza eravamo meno di 50 adulti e mi sono ritrovato presto senza "fari" da seguire in un percorso sconosciuto e poco indicato.
Poca partecipazione forse colpa della pioggia, forse colpa delle concomitanze, sicuramente colpa dei 5 eurazzi d'iscrizione, senza riconoscimenti, con ristori "al minimo sindacale" (acqua, tè e biscotti); mooolto più tardi ci sarebbe stata una pastasciutta, le ho preferito il tepore dell'automobile visto anche la pioggia è diventata continua.
TROPPO ACQUA SANT'ANTONIO!!!

Mi chiedono: "L'hai visto San Micèl?"
Risposta: "E cos'è?"
Mi indicano lassù: "aaazzz, beellooo!".
Durante la corsa avevo preferito guardare all'ingiù, dove mettevo i piedi.
Dalle nuvole sbuca un eremo incastonato in un'anfratto della roccia, "visione" che dà un senso alla mattinata.

Nessun commento: