domenica 5 maggio 2013

Sernaglia 2013 - Replay

Bella corsa oggi a Sernaglia, mi sono divertito.

Partecipare alle corse del circuito CPT, anno dopo anno, può diventare noioso, per fortuna alcune hanno (e mi danno) "un qualcosa" in più, Sernaglia è fra queste.
Il percorso è di quelli che mi piacciono, nervoso, non da ritmo omogeneo, quindi ben adatto al mio periodo attuale. 11km (o 10,3 reali?) divisi in tre parti distinte, una prima praticamente piatta, molta strada sterrata, insomma invitante da "andare a tutta"; seconda parte sulle rive del  Piave, quest'anno bello pieno e limaccioso, in certi punti proprio a lambirne le acque (e metteva anche un po' paura), su sentiero di sottobosco con continui strappetti sali-scendi, percorso naturalistico Fontane Bianche; poi salitona ed un sottopassaggio che introducono alla terza parte, tutta su asfalto in leggera discesa, da volata infinita, da metterci tutto il fiato che è rimasto.
Ho avuto un cedimento solo verso la fine della prima parte (ritmo non elevatissimo eh!), quando ho visto allontanarsi dei "fari" che mi ero prefissato, poi ho sentito il tracciato diventare più "mio", e sono andato a riprenderli, distaccandoli.

Organizzazione ottima, parcheggi sorvegliati, incroci ben presidiati, 2 ristori lungo il percorso ben posizionati più quello finale mooolto ricco (ottime le torte salate tiepide).
Oggi con 3,5 euro dell'iscrizione davano in omaggio un geranio (1,5 euro senza omaggio), costi veramente minimi. Non parlo mai delle premiazioni finali di queste corse (sempre ricche), non parlo mai dei vincitori (spesso nomi famosi), delle classifiche, sinceramente non me ne interesso, forse sarà egoistico, però terminata la mia corsa, terminato il ristoro, non vedo l'ora di cambiarmi e ritornare a casa.

Andando a rileggere il post dello scorso anno il tutto si è ripetuto pari pari (a parte la pioggia, oggi solo qualche goccia durante la corsa) e, molto stranamente, ho ripetuto identico al secondo anche il tempo finale impiegato per correrla (eppure sono sicuro di aver azzerato l'orologio prima di partire, anzi, l'anno scorso ne avevo usato proprio un'altro)

2 commenti:

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Conosco bene il percorso e in parte è proprio il classico allenamento invernale che facciamo noi della zona. Il tratto lungo il Piave si chiama Le volpere ed è minacciato da un progetto contestatissimo di una diga!!!Faremo i cortei No Diga ma ci faranno passare per la parte del torto come i NO Tav o i NO global! Resta la possibilità che tutto finisca sotto acqua comprese la Fontane Bianche!!!Assurdo! Ciao a presto

giovanni56 ha detto...

@ Alberto - "C'è chi dice No" canta Vasco. In una valle vicino a dove abito (proprio dove c'è la palestra di roccia) alcuni anni fa volevano fare una cava, avrebbero rovinato questo paradiso. Hanno formato un Comitato NO CAVA con molta gente anche venuta da fuori, e sono riusciti a bloccare tutto dopo varie dimostrazioni.