mercoledì 2 ottobre 2013

Siti internet (e sarò cattivo)


Rimanendo fermo in divano ho più tempo per navigare, e la mancanza di scarico dell'adrenalina mi incattivisce. Mi scruto un po' attorno, togliendomi un'altro paio di cerotti dalla bocca; della serie: si dice il peccato ma non il peccatore.

Ritornando ai siti internet che seguo, assisto al declino nei contenuti di un paio in particolare.
D'accordo, ognuno a casa sua fa quello che vuole, ma quando si è "aperti al mondo" ci si può aspettare che arrivino critiche anche ... distruttive.
Qualcuno potrebbe dirmi: "allora non leggerli!"
No, per migliorare si deve imparare anche dagli errori degli altri.

Un sito si è trasformato in ... "Cronache di poveri amanti", con errori madornali, incompletezza d'informazione, prolissità di critiche e polemiche; quando si dice: Il poco impegno applicato non è sufficiente per coprire sciatteria e squallore.

Un'altro sito, un forum una volta molto seguito a livello nazionale dal quale, dibattendo, uscivano indicazioni valide per il nostro sport, fornite da medici, allenatori, esperti praticanti; ma non si soffermava unicamente sulla corsa e venivano "agganciate" quotidianità creando discussioni a largo spettro molto godibili. Alcuni eccessi isterici hanno causato l'abbandono di moltissimi frequentatori, ed ora è diventato un po' il salotto delle ricette di Nonna Papera, con i soli Qui, Quo e Qua ad assecondarla e pavoneggiarsi.
E me ne dispiace veramente.

4 commenti:

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Cosa darei per sapere di che siti parli!!!

theyogi ha detto...

conosco la storia perché mi è stata raccontata da entrambi le campane: secondo me è stata una 'selezione naturale'... e tu cmq resti un orsacchiotto! :)

Giorgiogal ha detto...

Già... di che siti parli?

giovanni ha detto...

Quali siti?
Yogi ha già capito il forum nazionale.
L'altro è strettamente veneto, gestito da un "Falso buonista", personaggio bifronte che merita a breve un approfondimento