domenica 10 novembre 2013

Carpen - Da na val a quel'altra

Praticamente Carpen si trova dietro alla montagna che sta a sinistra di casa mia, ed infatti qualcuno mi ha chiesto se ero arrivato a piedi.
Prima partecipazione a questa corsa con prima impressione subito favorevole: mi sono reso conto che, nonostante abiti qui solo da 7 mesi, alle corse saluto e mi intrattengo con quasi più persone di quando abitavo a Mestre.
Corsa abbinata alla festa paesana di San Martino; strano l'orario, alle 10:00 di solito si arriva, non si parte, comunque il ritardare un po' il tutto non è che faccia male, anzi l'ho trovato più ... rilassante.
Buona la partecipazione, aiutata dall'assenza di concomitanze, che ad occhio non saprei quantificare, non grandi numeri ma superiore agli anni scorsi, a detta di altri.
Percorso logicamente simile a quelli che percorro negli allenamenti, a movimentarlo maggiormente una salita al 4°km con un dislivello di quasi 400mt in poco più di 1 km, alla quale ho trovato un paragone di pendenza (e sono andato proprio a cercarmelo paragonando fra di loro molte immagini) solo con la prima parte della forcella val d'Arcia alla TransPelmo (qui circa al 7°km, il proseguio è praticamente un muro).
Unico inconveniente a questo kilometrino percorso al passo è stato il raffredamento della parte alta del corpo, così schiena e polpacci hanno intonato un lamento in buon accordo "musicale", e mi hanno consigliato conseguenti discese un po' frenate. Una nota di merito va alle cavigliere che sto usando (queste) oggi particolarmente messe alla prova.
Peccato che l'immersione nelle nuvole ci abbia impedito di godere dei panorami; un'altra bellezza del percorso, al 90% sterrato, è stata l'assenza di fango nonostante le recenti piogge.
Iscrizione con 4€ (7€ se si desiderava un gadget), un ristoro lungo il percorso ed uno al termine praticamente identici, con acqua, the e solo dolci (almeno quando sono arrivato io, verso la coda del gruppo).
Con alle spalle una settimana svogliata, trascorsa con 1 sola uscita, ho considerato quello di oggi un allenamento, con i dovuti paragoni, di "medio comunque divertente", visto l'odio che ho sempre avuto per quel ritmo affrontato "in piano".

Nessun commento: