domenica 22 febbraio 2015

Giovanni 3.0

Credevo di essere uno che "si ascolta" molto ...

Sono sul lettino del fisioterapista, lui mi dice: "fai questo movimento X ... vedi? Tu dovresti usare la muscolatura Y ed invece, toccati, rimane flaccida! Inizia ad usare quei muscoli, ti insegno come farlo ... Fai quest'altro movimento, nemmeno questi muscoli si muovono, idem come sopra ... Imperativi per i prossimi allenamenti: primo, controllo continuo degli addominali, senza distrarti, con il tempo diventerà abitudine, però adesso devi importelo; secondo ZERO DOLORE, adesso puoi fare di tutto, ma SENZA CHE INIZI IL DOLORE"
Segue la frase che attendevo da mesi:
"Puoi anche RIPRENDERE A CORRERE, provaci iniziando con 5 minuti, ma con ZERO DOLORE".

Si è accesa una lucina in fondo al tunnel.
Qualche mese fa la sola corsetta per attraversare una strada mi causava dolori atroci.
Ho provato per qualche centinaio di metri: GIOVANNI, CONTROLLATI!
Sarò ancora più prudente rispetto ai suoi consigli, non so quando (e SE) riprenderò a "correre veramente", in questo momento LUI è più fiducioso di me.

Inesorabilmente, quando nel nostro giardino spuntano i crochi significa che l'inverno volge al termine ... di buon auspicio? (qualche foto mi riesce veramente bene)


3 commenti:

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Ti auguro con tutto il cuore di aver risolto il problema

nino ha detto...

benrornato. correre senza provare fastidi (quando va bene) è tropo bello

simone pedron ha detto...

In bocca al lupo Giovanni!
E ricordati che se non si può correre si può sempre camminare ;-)