domenica 24 ottobre 2010

Un buco ... nell'acqua

Titolo mooolto significativo.
Doveva esserci l'acqua dall'alto.
Doveva esserci l'acqua dal basso.
Ed invece l'acqua me la sono ritrovata ... da dentro.
Credevo di aver programmato proprio tutto, ed invece mi mancava l'Imodium.
Vi risparmio ulteriori particolari fisiologici.

25km avevo, quelli ho dato, speravo in qualcosa in più.
Ho corso bene fino alla mezza, forse anche troppo visti i 5'20 di media a quel punto
Tutta la Famiglia era coinvolta, poco dopo attendeva mia figlia e l'ho lasciata con un grande sorriso.
Poi un calo fino ai 25, inatteso, molto progressivo (o "regressivo"?), solo la gran folla di Mestre è stata il traino per arrivare ai 27, là sono iniziate le fitte al pancino ed in contemporanea si è spenta la luce.
Vabbè, mi sono detto, inizierò a camminare un po' prima, però non riuscivo a riprendere nemmeno qualche corsetta, ed è iniziato il freddo.
Ho iniziato un'altro tipo di corsa ... fuori dal percorso; qualche fitta di troppo mi ha obbligato ad una prima sosta a San Giuliano.
Là attendeva mio figlio, l'ho lasciato preoccupato.
Ho anche pensato di ritirarmi, ma poi ho sperato di essermi "liberato" di tutto ed inoltre avevo Donatella che mi aspettava al traguardo.

Ormai avevo tirato i remi in barca, ho tagliato tutto il Parco e mi sono presentato al centro medico, però nemmeno loro avevano pensato all'Imodium; mi hanno proposto "una flebo reidratante", ho preferito scolarmi una bottiglietta d'acqua.
Ho ripreso, ma ancora fitte e "sedute" imbarazzanti, non volevo ridurre le mie gambe come quelle di quel podista in quella foto che tempo fa girava.
All'inizio del Ponte della Libertà ha iniziato a piovere, con conseguente aumento del freddo, a quel punto ho detto basta. Mi ha affiancato un pulmino dei Vigili del Fuoco e così ho potuto constatare di persona l'organizzazione che Venice Marathon offre ai ritirati, ne riparlerò.
Non immaginate la sorpresa (e la gioia) di Donatella, sulle tribune, quando mi ha visto arrivare dalla parte contraria.
Riparlerò anche del rimanente, compresi i vari incontri con blogtrotter e forumisti, adesso ... corro.
Non ricordavo che una maratona "svuotasse" così tanto.
Una Famiglia invece ... "riempie", grazie.

27 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Tutti ti diranno che puo' succedere... che devi farti coraggio etc etc ... io ti dico solo ...riprovaci rapidamente.

F.Daniele Chioggia ha detto...

Può succedere questi incovenienti, forse lo stess il freddo o qualcosa di mal digerito che dire sono d'accordio con Giancarlo riprovaci.

Ciccò ha detto...

scrivi correttamente, caro Giovanni: Famiglia, quella con l'iniziale maiuscola!

Manuela Sartor ha detto...

A me dispiace molto perchè ti ho visto molto motivato alla partenza e ti dico bravo a voler continuare nonostante tutto. Grande tenacia!

theyogi ha detto...

ho fatto appena in tempo a salutarti che mi si esauriva il credito!
mi spiace che non abbia potuto correre la gara che volevi, ma vedo che l'hai presa da quello sportivo vero che sei... giovà, ci siamo detti tutto: stringerti la mano è stato un onore!

Anonimo ha detto...

Piacevoli i km corsi insieme, ma al ristoro nn ti ho più visto, eri molto concentrato e motivato, speravo mi avresti presto raggiunto.
Alla prossima, sicuramente, ciao
Rosa

giovanni56 ha detto...

@ GianCarlo & Daniele - decisione presa, maratone solo con particolari stimoli (che ora non vedo)

giovanni56 ha detto...

@ Ciccò, è la prima cosa, PRIMA

@ Manuela, dai, adesso tocca a te :)) (e voi donne siete più tenaci di noi uomini)

giovanni56 ha detto...

@ Marco, piacere ed allegria, sto studiando la calata su Roma, non dovrà essere una "marcia" ma una vera corsa.

giovanni56 ha detto...

@ Rosa - Prima di tutto complimenti, hai restitito ai tuoi guai, sei grande. Dopo quel ristoro pian pianino ti sei avvicinata ai palloncini, io fino alla mezza sono rimasto una ventina di metri più indietro, lineare. Poi sono diventati 30, 40 ...

Gianluca66 ha detto...

Ciao Giovanni, ci siamo finalmente (lo dico per me) conosciuti venerdì all'Expo con Heidy. Mi dispiace tantissimo (credimi è stata l'unica nota stonata della giornata e ancor ora sei bei miei pensieri).
Son sicuro che troverai le motivazioni per farne un'altra e riscattarti. Forza Giovanni
Gianluca

Tosto ha detto...

stavolta è andata così!
dispiace ma che ci potevi fare?
comunque è stato un piacere conoscerti e poi dal vivo sembri più giovane.

Anonimo ha detto...

Ciao Giovanni, sono Piero ( ci siamo conosciuti alla maratona del bosco del Montello),peccato ma nella corsa ci vuole tanta pazienza!!!
C'è qualcuno che dice che nella maratona il coraggio più grande è quello di presentarsi alla partenza, quindi onore al merito!
A me è andata bene, sono riuscito ad abbassare il mio personale di 9 minuti...
Alla prossima!!

Anonimo ha detto...

Scusa, ma in "brutte situazioni" come la tua, con cosa ti arrangi??
nel senso.....con cosa ti pulisci??
dove la fai??

Ciao!
Marco

giovanni56 ha detto...

Ciao Gianluca, anche per me sabato è stato un VERO piacere conoscervi tutti. Per adesso le me prossime motivazioni sono ... dimezzate :))

giovanni56 ha detto...

@ Tosto. Sabato tu e Bress siete stati la ciliegina.
Non è da tutti farsi un viaggio solo per amicizia.
Avanzi una birra dall"apparente giovane"

giovanni56 ha detto...

Ciao Piero, VERI complimenti per la prestazione, ti vedevo in ottima forma. Ci rivediamo eh! (lo so che mi risorpasserai) :))

giovanni56 ha detto...

Ciao Marco, vuoi proprio i particolari "scabrosi"? :)
Prima avviso tutti quelli che riceveranno la mail di notifica della risposta che se desiderano possono chiudere qua :(
Fortunatamente le prime "scosse" le ho avute al parco di San Giuliano, e quelle verso i WC sono state le uniche corse (buttandomi di prepotenza davanti alle immancabili code). Successivamente mi usciva solo acqua (da qua il titolo del post) senza impellenza di pulizia. Prima della "scossa potente" avevo delle avvisaglie, così cercavo un minimo riparo (gruppo d'alberi, cespugli, guard-rail alto) e sinceramente non me ne vergognavo, non avevo alternative.
Se desideri ancora più particolari ... te ne invio un campioncino via mail :)))

nino ha detto...

peccato. una giornata che poteva essere fantastica andata storta.
sarà per la prossima.... se cambi idea

Paolo "Cibulo" ha detto...

Giovanni, e' stato bello incontrarti, mi spiace che sia andata male. La famiglia riempe sempre, hai ragione.

Master Runners ha detto...

Giovà è stato un vero piacere conoscerti, un po meno sapere del tuo 'intoppo', ma rimane tale, un solo intoppo non può fermarti!
Ora che ti sei liberato puoi rifarti tranquillamente, con la tua calma e 'saggezza' arriverai molto lontano!
A presto, ci conto! ;)

Filippo ha detto...

Mi dispiace sia finita così anche perchè ci ha impedito di salutarci dopo la gara, non ci crederai ma l'inconveniente che ti è capitato (niente affatto raro tra i podisti) lo temo più del muro del 30°
E' stato un pacere conoscerti, grazie di tutto e buone corse!

giovanni56 ha detto...

Nino, Cibulo, graze per le parole d'incoraggiamento

giovanni56 ha detto...

Master, Filippo, le ore che abbiamo passato in compagnia sono l'unica consolazione di questo weekend

Tosto ha detto...

guarda che me lo segno :)
e poi non è vero che sei giovane?

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Giovanni sono certo che avrai la volgia di riprovarci e la prossima volta sono certo che ti andrà bene!Io nel 2009 volevo ritirarmi nella famosa Trevisomarathon sotto al diluvio e alla fine non m'é convenuto perché anche li l'organizzazione per i ritirati era molto scarsa.

Marco "Zanger" ha detto...

Scusa il ritardo...
piacerissimo di averti conosciuto e mi spiace per la corsa.
Ti ho dato una pacca sulla spalla poco prima della tua crisi (ma mi sa che eri gia' mal messo) me purtroppo non e' servito...
Alla prossima!!!!
:-)