venerdì 12 marzo 2010

Time



Sia quando corro a 3' al km oppure a 7' lui è là.
Mi sta sempre davanti, rivolta indietro la sua faccia e mi guarda, mi invita, beffardo, vigliacco:
"Pappamolla, Giovanni dai! Prendimi! Vai più veloce!"
Ed io dietro, ad inseguirlo, vanamente.
E' inutile, lui sarà sempre più forte di me!
Sempre?
No!
Posso vincerlo!
Usando la mente al posto del corpo.
Come?
Nella maniera più subdola.
Ignorandolo.
Mi sto allenando, ci riuscirò.
Intanto ho cancellato la tabella che doveva accompagnarmi fino alla Maratonina dei Dogi, non riesco a rispettarla, 21km li ho nelle gambe e mi basta.