martedì 14 settembre 2010

Business Longarone

Cambio di programma.
A fine settembre dovevo correre il "lungo più lungo" a Longarone, nei 25km dei Percorsi della Memoria, quelli che circondano il Vajont.
Un paio d'anni fa, assieme a Donatella, avevamo già camminato nel tracciato più breve e quei sentieri ci avevano lasciato un ricordo intenso, mentre questa volta eravamo intenzionati a dividerci, lei assieme a nostro figlio ancora nel breve mentre io in quello più lungo.

E' uscito il programma e siamo rimasti sorpresi dal costo d'iscrizione, 12 euro per una non competitiva ci sembrano troppi e non abbiamo intenzione di sborsarli, soprattutto moltiplicati per tre diventano un'esosità.

Ultimamente dalle nostre parti è diventato di moda agganciare ad una gara tutta una serie di altre cose che la fanno diventare un vero business; lo capisco quando una grande maratona lo fa sfacciatamente, invece diventa una furbata quando il business viene definito "non competitiva".
Questa volta nell'iscrizione sono compresi: maglietta, ristori, pasta party, ingresso alla Fiera, ingresso ridotto al museo del Vajont, manca solo ... una notte in Hotel.
Però andando a spulciare:
- il volantino cita testualmente e spudoratamente "numerosi sponsor privati";
- l'eventuale maglietta di cotonaccio se la pagano gli sponsor con la stampa dei loro marchi;
- l'unico ristoro incontrato la volta scorsa era desolatamente vuoto;
- la pastasciutta avrà il suo costo (forse minimo, visto che la volta scorsa veniva cotta nei camion-cucina dei Vigili del Fuoco/Protezione Civile) comunque si va a bere e mangiare qualcos'altro spacciato a prezzi smodati;
- l'ingresso ad una qualsiasi fiera dovrebbe essere sempre gratuito, viste le somme da capogiro che pagano gli espositori;
- l'ingresso al Museo è ... ridotto, per cui qualcosa comunque si deve tirar fuori dal portafoglio;

Cosa rimane a giustificare quel prezzo?
Dai, ci metto dentro qualcosa che non fa mai male, rimane il "fondo di solidarietà da evolvere in aiuti umanitari", sperando che non li girino alla Protezione Civile Nazionale (quella tanto nominata ultimamente).

Considerando che nella stessa domenica in Veneto ci sono ben 15 manifestazioni di tutti i tipi ho l'imbarazzo della scelta.
Sto adocchiando la Maratona del bosco del Montello, non-competitiva pura FIASP, tracciato collinare con varie lunghezze fra le quali mi andrebbero bene i 25km; costo 4€ per maratona/30km e 2€ per gli altri percorsi; 7 ristori + quello finale, spogliatoi con docce calde, ecc.ecc..
Comunque potrò decidere all'ultimo momento.
Si, perchè a Longarone vorrebbero anche la preiscrizione.