mercoledì 15 dicembre 2010

Ho calato le braghe dal massaggiatore

Ebbene si, mi sono deciso.
Dopo aver seguito i consigli infruttuosi del medico di base, secondo il quale la contrattura si sarebbe rimessa a posto con punture e ... tempo, mi sono deciso a ritornare da quel massaggiatore "vecchio marpione" e mettegli a disposizione la chiappetta destra.
Il massaggiatore è un lavoro che pochi sanno fare per bene, forse perchè bisogna far fatica, sudare, ed avere fisicità appropriata. Adesso si dividono i compiti fra fisiatra, fisioterapista, ortopedico e chi più ne ha più ne metta, però quando servono muscoli poderosi per intervenire su altri muscoli contratti in profondità ecco che cade il palco, così entrano in gioco esperienza e ..."peso specifico".
Finora c'è sempre riuscito a rimettrmi in piedi, si lasciandomi le chiappe ammaccate e doloranti per alcuni giorni però, superato il grosso ematoma causato dalle pressioni delle sue manone, sono sempre ritornato arzillo.
Adesso spero sia lo stesso.
Credevo si fosse ritirato, aveva manifestato quella intenzione, però nel frattempo il buon Corrado è avanzato di grado, da "semplice" massaggiatore di una squadra femminile di calcio in serie A è diventato uno dei due massaggiatori delle Nazionali, sempre femminili, e l'ho colto rientrato da un tour negli Stati Uniti.
Sicuramente a lui farà più piacere avere a che fare con polpacciotti di giovani donzelle, però appena gli telefono si rende subito disponibile anche per i problemi di questo "vecchietto", e qua lo ringrazio pubblicamente.
E nemmeno si fa pagare tanto (Questa frase rimarrà cancellata solo per il suo PC :-)).
Già il giorno dopo ritrovo ottimi miglioramenti.