giovedì 23 febbraio 2012

I parcheggi delle gare

Alle ultime gare della nostra zona qualcuno ha preso il gusto di attendere che noi partiamo per sentirsi libero di fare "visitine" alle nostre auto.
Spesso il danno maggiore non è la perdita di quei pochi € che teniamo in portafoglio, ma la sottrazione dei documenti che si somma alla spesa per riparare il danno che viene fatto all'auto.
I ladri sono anche furbi e tecnologici, osservano se qualcuno ripone le chiavi in qualche posto "nascosto" del'auto (che così nascosto non è più ed ultimamente a qualcuno è costato il furto dell'auto intera), oppure usano degli scanner che intercettano e duplicano le frequenze dei telecomandi, così poi possono aprire le portiere senza forzarle e senza dare nell'occhio.
Come evitare questi fattacci?
Piccoli accorgimenti possono essere l'usare chiavi senza telecomando e portarsele dietro in un taschino, oppure consegnarle ad un addetto dell'organizzazione, però questo non evita lo scasso.
Così la miglior soluzione è che vengano organizzati dei grandi parcheggi con addetti alla sorveglianza che girino in continuazione ... però ...?

Domenica scorsa ho partecipato ad una gara vicino a casa mia, sapendo che i parcheggi erano ben capienti mi sono mosso tardi, sono arrivato solo una ventina di minuti prima della partenza e, seguendo le indicazioni degli addetti, ho parcheggiato ad un centinaio di metri dalla zona servizi, quindi comodissimo.
Ho potuto osservare un'usanza. Nonostante appunto l'ampiezza dei parcheggi alcuni (anzi molti), sopratutto per non fare code all'arrivo o per paura di rimanere imbottigliati al termine, parcheggiano in aree più lontane, che rimangono fuori da ogni controllo, e magari anche nascoste.
Vabbè che il fattaccio può accadere a chiunque, però qualcuno se lo va proprio a cercare, e solo per troppa fretta.